E’ VERO CHE CHI HA UN SENO GRANDE HA UN MAGGIORE RISCHIO DI SVILUPPARE UN TUMORE ?

SENO GRANDEjpg

In parte SI, in parte NO

Tra le ipotesi più diffuse sul tumore della mammella c’è quella secondo la quale le donne con un seno prosperoso avrebbero un maggior rischio di sviluppare un cancro al seno rispetto a quelle le cui misure sono meno generose: questo è solo parzialmente vero

Il discorso è molto più complesso della misura del reggiseno che, da sola, non può dirci se ci sia un aumento di rischio di ammalarsi e innanzitutto dobbiamo distinguere due "grandi " categorie:
  1. Le donne che hanno un seno grande perché sono sovrappeso o sono affette da obesità e quindi conducono uno stile di vita sballato con assenza di attività fisica ed alimentazione scorretta.
  2. Le donne con un seno grande che invece sono normopeso e conducono uno stile di vita salutare con regolare attività fisica ed alimentazione controllata.

In numerosi studi* è stato dimostrato che un aumento del peso corporeo che spesso si associa allo sviluppo di mammelle di dimensioni più grandi della media è correlato ad una maggiore possibilità di sviluppare tumore al seno, ma l'aumento del rischio deriva dall’obesità e non dalla taglia del reggiseno!


La teoria secondo cui un seno grande fosse associato ad un maggior rischio di tumore della mammella è stata propagata inizialmente in seguito alla pubblicazione di una ricerca** finanziata da 23andMe azienda americana che fornisce servizi di test genetico. In questo studio condotto da impiegati dell’azienda su circa 16.000 clienti della stessa è stato mappato il genoma, cioè il patrimonio di DNA di un singolo individuo, identificando delle regioni che erano associate con differenze nella grandezza del seno. Una volta individuate queste 7 regioni di DNA i ricercatori le hanno comparate con quelle che sono conosciute per essere associate con un alto rischio di tumore alla mammella. Di tutte le sette regioni si è riscontrato che due erano anche associate allo sviluppo di tumore. Ad una analisi più approfondita è stato dimostrato inoltre che di 29 mutazioni genetiche note associate al tumore della mammella, una sola aveva una possibile associazione con la grandezza del seno ma, nonostante questo, tale associazione non era “statisticamente significativa” ovvero non aveva una forza tale da essere considerata valida per tutta la popolazione femminile ma solo nel campione analizzato. La conclusione degli studiosi è stata che esistono variazioni genetiche associate sia al rischio di cancro sia alle dimensioni del seno. Al di là delle conclusioni che chiaramente non dimostrano un incremento del rischio per le donne con seni grandi, va tenuto conto anche di anomalie nella conduzione dello studio come il fatto che la misura del seno fosse stata riportata in maniera autonoma dalle donne, con la possibilità di errori o di dichiarazioni mendaci, senza che venisse misurata in maniera rigorosa. Inoltre le donne partecipanti a questa ricerca erano tutte di etnia caucasica e di pelle bianca: venivano pertanto esclusi tutti gli altri gruppi etnici, incluse le donne afroamericane che hanno generalmente un rischio più alto di sviluppare tumore al seno nel corso della loro vita. Inoltre, cosa enormemente importante, nello studio non è stata fatta alcuna menzione del peso e dell’eventuale grado di obesità delle pazienti, tralasciando un fattore importantissimo e già noto per essere coinvolto nei processi di cancerogenesi mammaria.

In definitiva:

NON E' VERO CHE VI è UN RAPPORTO DIMOSTRATO DI CAUSA-EFFETTO FRA UN SENO GRANDE ed IL RISCHIO DI SVILUPPARE TUMORE DELLA MAMMELLA


E’ VERO che UNA DONNA AFFETTA da SOVRAPPESO o OBESITà e quindi con MAMMELLE Più GRANDI DELLA MEDIA HA UN AUMENTATO RISCHIO DI TUMORE RISPETTO AD UNA DONNA NORMOPESO.


Rimane fondamentale che una donna con un seno grande in cui le dimensioni della mammella possono essere un ostacolo alla autopalpazione

si sottoponga come tutte le altre donne alle visite di controllo 

ed ai protocolli di prevenzione 

(mammografia, ecografia, visita senologica) 

stabiliti dal suo senologo.

Bibliografia

* - Yoo KY, Tajima K, Park S, et al. Postmenopausal obesity as a breast cancer risk factor according to estrogen and progesterone receptor status (Japan). Cancer Letters 2001; 167(1):57–63.
* - Cui Y, Whiteman MK, Flaws JA, et al. Body mass and stage of breast cancer at diagnosis. International Journal of Cancer 2002; 98(2):279–283.
* - Petrelli JM, Calle EE, Rodriguez C, Thun MJ. Body mass index, height, and postmenopausal breast cancer mortality in a prospective cohort of U.S. women. Cancer Causes and Control 2002; 13(4):325–332.
** - ErikssoN N. et al - Genetic variants associated with breast size also influence breast cancer risk - BMC Medical Genetics 2012 13:53